Poesia & poemas

21 luglio 2019

Quel che mi duole non è

Filed under: Libri,Poesie — patriziaercole @ 1:07 pm

albero-mostra

Quel che mi duole non è
Quello che c’è nel cuore
Ma quelle cose belle
Che mai esisteranno.

Sono le forme senza forma
Che passano senza che il dolore
Le possa conoscere,
O sognarle l’amore.

Come se la tristezza
Fosse albero e, una ad una,
Le sue foglie cadessero
Tra il sentiero e la bruma.
Fernando Pessoa

nell’opera di Fernando Pessoa Un’affollata solitudine. Poesie eteronime.
O que me dói não è

O que me dói não è
O que hà no coração
Mas essas coisas lindas
Que nunca existirão…

São as formas sem forma
Que passam sem que a dor
As possa conhecer
Ou as sonhar o amor.

São como se a tristeza
Fosse árvore e, uma a uma,
Caíssem suas folhas
Entre o vestígio e a bruma.

Annunci

11 luglio 2019

Non mi interessano i dati

Filed under: Libri,Poesie — patriziaercole @ 4:16 pm

1241

Non mi interessano i dati
i dettagli delle cose
non mi interessano gli orologi
che non siano solari
né la lista
degli amori che finiscono.
Mi interessano piuttosto la verità
il rumore del mare
le ore che passano
la luce sul letto a mezzogiorno
e tutto quello che viene
e che va
senza nome e senza preavviso
accadendo
come le cose semplici
accadono.
Nancy Bacelo
No me interesan los datos

No me interesan los datos
los precisos datos de las cosas
no me interesan los relojes
que no son de sol
ni la lista
de los amores que se acaban.
Me interesa eso sí la verdad
el ruido del mar
las horas que se pasan
la luz sobre la cama al mediodía
y todo lo que viene
y se va
sin nombre y sin aviso
sucediéndose
como las cosas simples
se suceden.

Nancy Bacelo da La nuova poesia, 1965

[Foto: Vivian Maier]

Io guardo spesso il cielo

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 4:04 pm

cielo

Io guardo spesso il cielo. Lo guardo di mattino nelle
ore di luce e tutto il cielo s’attacca agli occhi e viene a
bere, e io a lui mi attacco, come un vegetale
che si mangia la luce.

 
Mariangela Gualtieri
da “Fuoco centrale”

3 luglio 2019

Traccio un solco per terra

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 10:17 pm

sabbia_c_opt

Traccio un solco per terra,
in riva al mare:
e la marea subito lo spiana.
Così è la poesia.
La stessa sorte
tocca alla sabbia
e tocca alla poesia
al via vai della marea,
al vien-vieni della morte…

 

José Saramago

Teu corpo seja brasa

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 10:07 pm

Teu corpo seja brasa
e o meu a casa
que se consome no fogo

um incêndio basta
pra consumar esse jogo
uma fogueira chega
pra eu brincar de novo

 
Alice Ruiz
(1946)

L’indifferenza

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 9:49 pm

Spaziani

L’indifferenza è inferno senza fiamme,
ricordalo scegliendo fra mille tinte
il tuo fatale grigio.

Se il mondo è senza senso
tua solo è la colpa:
aspetta la tua impronta
questa palla di cera.

 

Maria Luisa Spaziani

Maria Luisa Spaziani (Torino, 7 dicembre 1922 – Roma, 30 giugno 2014) è stata una poetessa, traduttrice e aforista italiana. È stata tre volte candidata al Premio Nobel per la letteratura, nel 1990, 1992 e 1997. Al centro di una rete di relazioni intellettuali che ha scavalcato anche i confini nazionali e che è andata da Ezra Pound a Ingeborg Bachmann, da Jorge Luis Borges a Pablo Picasso, ha sempre nutrito una forte avversione per la neoavanguardia perché, secondo il suo parere, la sua illeggibilità ha portato via lettori alla poesia. Ha vissuto a Roma fino alla morte, avvenuta il 30 giugno 2014 all’età di 91 anni.

Blog su WordPress.com.