Poesia & poemas

30 dicembre 2012

Quando, con Sorte e uomini in disgrazia…

Filed under: Libri,Poesie — patriziaercole @ 4:59 pm

dans-le-lit-toulouse-lautrec

Quando, con Sorte e uomini in disgrazia,
piango da solo il mio triste stato
e inutilmente al cielo chiedo grazia
e valuto me stesso, e insulto il fato,

e invidio chi di me ha più speranza,
la sua bellezza, le sue compagnie,
e a uno l’arte, all’altro la sostanza,
molto scontento delle cose mie,

pure, mentre mi spregio nel pensiero,
di colpo penso a te, e allora io,
allodola nel volo mattiniero,
dal cupo mondo levo un inno a Dio,

perché ricordo che, amando te,
ho più ricchezze di quelle di un re.

William Shakespeare – Traduzione di Roberto Piumini

Sonnet XXIX

When in disgrace with Fortune and men’s eyes,
I all alone beweep my outcast state,
And trouble deaf heaven with my bootless cries,
And look upon my self and curse my fate,
Wishing me like to one more rich in hope,
Featured like him, like him with friends possessed,
Desiring this man’s art, and that man’s scope,
With what I most enjoy contented least,
Yet in these thoughts my self almost despising,
Haply I think on thee, and then my state,
(Like to the lark at break of day arising
From sullen earth) sings hymns at heaven’s gate,
For thy sweet love remembered such wealth brings,
That then I scorn to change my state with kings.

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: