Poesia & poemas

27 marzo 2009

No poema

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 9:49 pm
No poema ficou o fogo mais secreto
O intenso fogo devorador das coisas
Que esteve sempre muito longe e muito perto.

Sophia de Mello Breyner (1919-2004)

La Verita’ entro di noi

Filed under: Libri — patriziaercole @ 9:49 pm

Lascia l’ombre ed abbraccia il vero.
Non cangiare il presente col futuro.
Tu sei il veltro che nel rio trabocca,
mentre l’ombra desia di quel c’ha in bocca.
Aviso non fu mai di saggio o scaltro
perdere un bene per acquistarne un altro.
A che cerchi si lungi diviso
se in te stesso trovi il paradiso?
Anzi, chi perde l’un mentre e’ nel mondo,
non speri dopo morto l’altro bene.
Perche’ si sdegna il ciel dare il secondo
a chi il primiero non caro non tenne;
cosi’, credendo alzarti, vai a fondo;
ed ai piacer togliendoti, a le pene
ti condanni; e con inganno eterno,
bramando il ciel, stai ne l’inferno.

Giordano Bruno (1548 Nola – 1600 Roma) da “Lo spaccio della bestia trionfante”

Não nos peças a palavra

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 9:39 pm

Não nos peças a palavra que esquadre por todo o lado
a alma nossa informe e com letras de fogo
a declare e resplandeça como um croco
perdido no meio de um poeirento prado.

Ah o homem que anda seguro
aos outros e a si mesmo amigo
e da sombra sua não cuida que a canícula
imprime num muro arruinado!

Não nos peças a fórmula que mundos possa abrir-te
sim alguma torta sílaba e seca como ramo.
Só isso hoje podemos dizer-te:
o que não somos, o que não queremos.

Eugenio Montale

Non chiederci la parola

Non chiederci la parola che squadri da ogni lato
l’animo nostro informe, e a lettere di fuoco
lo dichiari e risplenda come un croco
perduto in mezzo a un polveroso prato.

Ah l’uomo che se ne va sicuro,
agli altri ed a se stesso amico
e l’ombra sua non cura che la canicola
stampa sopra uno scalcinato muro!

Non domandarci la formula che mondi possa aprirti,
sí qualche storta sillaba e secca come un ramo.
Codesto solo oggi possiamo dirti,
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.

tradução Equipa “O Ponto de Encontro” – Fonte: http://www.ponto.altervista.org/Livros/Doc/montale2.html

Ricchezze e signorie scompaiono…

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 9:32 pm
Ricchezze e signorie scompaiono nella massa
del grande mare del giusto e dell’ingiusto umano,
quando è la volta che il nostro possesso scada;
ma l’amore, anche se maldiretto, è tra quelle
cose che sono immortali, e sorpassano
tutta quella fragile materia che saremo, o siamo stati.

Percy Bysshe Shelley

INDIZI

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 9:27 pm
Come spostando pietre:
geme ogni giuntura! Riconosco
l’amore dal dolore
lungo tutto il corpo.

Come un immenso campo aperto
alle bufere. Riconosco
l’amore dal lontano
di chi mi è accanto.

Come se mi avessero scavato
dentro fino al midollo. Riconosco
l’amore dal pianto delle vene
lungo tutto il corpo.

Vandalo in un’aureola
di vento! Riconosco
l’amore dallo strappo
delle più fedeli corde
vocali: ruggine, crudo sale
nella strettoia della gola.

Riconosco l’amore dal boato
– dal trillo beato –
lungo tutto il corpo!

Marina Ivanovna Cvetaeva

Solidão

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 9:26 pm
Entre a tristeza
e a saudade

um vago pátio interior
onde flutua

mansamente nos olhos
e ao fluir dos lábios

a solidão dos dias
sem ternura.

Maria Teresa Horta

Verrò quando sarai più triste

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 9:23 pm

Verrò quando sarai più triste,
steso nell’ombra che sale alla tua stanza;
quando il giorno demente ha perso il suo tripudio,
e il sorriso di gioia è ormai bandito
dalla malinconia pungente della notte.

Verrò quando la verità del cuore
dominerà intera, non obliqua,
ed il mio influsso su di te stendendosi,
farà acuta la pena, freddo il piacere,
e la tua anima porterà lontano.

Ascolta, è proprio l’ora,
l’ora tremenda per te:
non senti rullarti nell’anima
uno scroscio di strane emozioni,
messaggere di un comando più austero,
araldi di me?

Emily Brontë

Parada cardíaca

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 9:21 pm
Esta minha secura
essa falta de sentimento
não tem ninguém que segure
vem de dentro

Vem da zona escura
donde vem o que sinto
sinto muito
sentir é muito lento

Paulo Leminski (1944-1989)

Fino al fondo

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 9:19 pm
Ti saluto, o mia sconfitta,
te e la vittoria amo ugualmente;
sul fondo del mio orgoglio – è l’umiltà,
e la gioia, e il dolore – tutti in uno.

Sulle acque chete, nella placidità
di una chiara sera – vaga ancora una nebbia;
nell’ultima crudezza è immensa tenerezza,
e nel Divino vero – un Divino inganno.

Amo la mia disperazione smisurata,
a noi – la gioia nell’ultima goccia è data.
E soltanto una cosa io qui so con certezza:
bisogna ogni calice berlo – fino in fondo.

Zinaida Gippius

Irene no céu

Filed under: Poesie — patriziaercole @ 9:14 pm
Irene preta
Irene boa
Irene sempre de bom humor.

Imagino Irene entrando no céu:
– Licença, meu branco!
E São Pedro bonachão:
– Entra Irene. Você não precisa pedir licença.

Manuel Bandeira (1886-1968)

Pagina successiva »

Blog su WordPress.com.